Tra le righe

“Sangue di yogurt” di Andrea G. Pinketts

Torna, con il suo ultimo libro, “Sangue di yogurt”, Andrea G. Pinketts. Dire che ci era mancato è riduttivo. Nel mondo che Pinketts ci regala tutto, o quasi, è possibile, persino un viaggio ai quattro angoli del mondo alla ricerca dell’assassino di “Miss Yogurt”. Un viaggio tra emarginati orgogliosi di esserlo, giornalisti decisi a cercare la verità a tutti i costi, politici corrotti, personaggi sospesi a metà strada tra il noir, il fumetto e la cronaca di tutti i giorni. Ad accompagnare in modo sublime le parole, l’immagine di copertina di Alexia Solazzo, giovane e promettente artista milanese.

Con un realismo senza giudizio, ma, anzi, carico di una comprensione ironica verso le mille sfaccettature della realtà e dell’uomo, Pinketts ci accompagna in un altro dei suoi viaggi personali e densi nei meandri dell’umanità e della quotidianità.

Facile entrare nel suo mondo. Difficile rimanere indifferenti. Impossibile uscirne puliti.

Categorie
Tra le righe

Lascia una risposta

*

*