Società & Politica

Innovazione: Milano e la Lombardia volano, ma l’Italia è ancora in ritardo

Altitonante e Galli “Governo a doppia velocità, modello Lombardia da esportare”

L’innovazione, in Italia, ma anche in Europa, secondo i dati della Camera di commercio, passa per Milano. È prima in Italia con 14 mila imprese, +3,5% in un anno e + 8% in cinque. In Lombardia ci sono 27 mila imprese, +2,5% in un anno, una su cinque a livello nazionale (120 mila, +2,6%). Investono in ricerca oltre 3 miliardi all’anno e danno lavoro a 33 mila addetti. Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro imprese al primo trimestre 2018, sulle imprese attive nei settori dell’innovazione – ad alto contenuto tecnologico, nella produzione di software e consulenza informatica, architettura, ingegneria, collaudi ed analisi tecniche, commercio tramite internet, telecomunicazioni. Milano con 14 mila attività si conferma prima in Lombardia ma anche in Italia, precedendo di poco Roma ed è leader soprattutto nel settore chimico e farmaceutico. A Milano c’è una forte specializzazione nei servizi informatici, il 43% di tutte le imprese innovative, rispetto al 37% in Italia. Non solo Milano, la Lombardia in generale vola, infatti, a ruota del capoluogo lombardo ci sono: Brescia con 2.598 imprese, Bergamo con 2.321, Monza e Brianza con 2.192 e Varese con 1.645 che si piazzano tutte tra le prime 20 italiane.Non a caso la Lombardia si piazza all’undicesimo posto tra le principali regioni europee per spesa totale in ricerca e sviluppo (4 miliardi e mezzo di euro), subito dopo Rhône-Alpes e Stoccolma ma prima di Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Madrid, Lazio e Catalogna. Un primato che per l’Onorevole Dario Galli e il sottosegretario di Regione Lombardia Fabio Altitonante deve essere un modello da esportare.

      SERVIZIO DI FEDERICA BOSCO 

Categorie
Società & Politica

Lascia una risposta

*

*